Search
  • Madrid - Spain
  • info@idesiderata.it / 0034 603427434
Search Menu

Malaga città dei musei

Malaga città dei musei

Malaga è una delle mete culturali più richieste a livello internazionale per la qualità e dinamicità della sua offerta, con un totale di 36 musei, dei quali vi elencherò di seguito i più interessanti da visitare.

Malaga è la città natale di Pablo Picasso: evocano la sua presenza il Museo Picasso (Calle San Agustín, 8) con una collezione permanente di 233 opere, e il Museo Casa Natale (Plaza de la Merced, 15). Il Museo Picasso si trova nel Palazzo di Buenavista, edificio del secolo XVI in stile rinascimentale, residenza dei Conti omonimi. Nel piano interrato del palazzo si possono ancora ammirare resti archeologici che rivelano l’avvicendarsi della popolazione fenicia e romana nella città. Il museo ha aperto nel 2003 e ricostruisce attraverso undici sale tematiche la carriera di Picasso, rimarcandone le fasi artistiche ed evidenziando l’uso di molteplici tecniche.

Strettamente legato alla biografia dell’artista è il Museo Casa Natale (Plaza de la Merced, 15), sito nel palazzo dove il poeta nacque nel 1881 e visse la sua infanzia. Il Museo riproduce un appartamento XIX  secolo e percorrendo gli ambienti incontriamo foto, documenti, opere e oggetti personali dell’artista. Al primo piano dell’edificio è esposta una collezione di opere grafiche realizzate da Picasso tra il 1905 e il 1971, tra cui il quaderno di bozze n. 7 con 84 disegni realizzato a preparazione della celebre opera Le Mademoiselle de Avignon (1907). Nella sala esterna sita (Plaza de la Merced 13), vengono organizzate mostre che approfondiscono aspetti dell’opera di Picasso in relazione al suo contesto e alle ultime tendenze dell’ arte contemporanea.

Un tesoro museale della città è racchiuso in un edificio del secolo XVIII che accoglie il Museo del Vetro e del Cristallo di Malaga (Plazuela Santísimo Cristo de la Sangre 2): oltre 3.000 pezzi di cristallo, accompagnati da un’importante selezione di opere pittoriche, ceramiche, mobili e preziosi manufatti di arte decorativa. Il connubio tra l’architettura dell’edificio – filologicamente restaurato – l’arredamento e la collezione crea un’atmosfera di grande eleganza e armonia. La raccolta di vetri e cristalli inizia dagli esemplari dell’Antico Egitto, per poi seguire con esempi romani, mussulmani, rinascimentali con la scuola di Murano, i cristalli di Boemia, l’Art Noveau con vasi di Lalique e Gallé e il design nordico del XX secolo. Le vetrate della collezione sono di artisti come i preraffaelliti Burne-Jones e William Morris o il visionario architetto francese Violet-le-Duc. Questo museo è un imperdibile viaggio nel tempo nel quale, accompagnati da una guida, scopriamo i segreti dell’arte del vetro e la storia che ogni oggetto custodisce.

Museo vetro e cristallo Malaga

Museo vetro e cristallo Malaga

Per avvicinarsi alle ultime tendenze dell’arte contemporanea il CAC di Malaga (Calle Alemania, 2) – inaugurato nel 2003 – è una meta da conoscere. Esposizioni, pubblicazioni, conferenze, laboratori , proiezioni cinematografiche rendono il CAC un luogo dinamico, innovatore e aperto alle proposte dell’avanguardia internazionale.

Centro Arte Contemporanea CAC Malaga

Centro Arte Contemporanea CAC Malaga

Al quarto posto della classifica dei musei di Malaga di DesiderataSpagna c’è il Museo Automobilistico (Edificio de Tabacalera Av. de Sor Teresa Prat 15) nel quale, tra Jaguar, Aston Martin, Bugatti, Rolls Royce e Porsche, si racconta la storia delle quattroruote e l’evoluzione estetica del mezzo. Nelle dieci sale a tema l’automobile è esposta come una opera d’arte: modelli unici con tappezzeria coccodrillo, interni in legni pregiati, accessori esotici. A complemento dei motori, la moda, con la presenza di creazioni di grandi firme della moda come Dior, YSL, Chanel, Valentino, Givenchy, Balmain e una pregiata collezione di copricapo femminili vintage degli anni ’20-’50.

Museo automobilistico Malaga

Museo automobilistico Malaga

Nellostesso complesso della Tabacalera – antica fabbrica di tabacco del  1923 costruita in stile regionalista – ha aperto nel 2015 la Collezione del Museo Russo, San Pietroburgo Malaga  (Edificio de Tabacalera, Av de Sor Teresa Prat 15) con un centinaio di opere risalenti al XV e XX dalla collezione del  Museo Statale Russo di San Pietroburgo. Le opere selezionate vanno dalle icone di ispirazione bizantina fino al realismo socialista, con un ordine tematico: l’arte antica, il XVIII secolo, il romanticismo, il realismo, il neoprimitivismo, il realismo socialista, l’arte all’epoca del disgelo.

Come indicato dal nome, il Museo Revello de Toro (Calle Afligidos, 5) espone le132 opere del famoso pittore di figure femminili Félix Revello de Toro (nato nel 1926 a Malaga). Segnalo questo museo al settimo posto della classifica perché l’edificio era la casa laboratorio del celebre scultore Pedro de Mena (XVII secolo) e l’architettura originale è stata attentamente preservata e studiata. Nel centro d’interpretazione del Museo viene proiettato documentario che approfondisce l’architettura malaguena dell’epoca e divulga l’opera di Pedro de Mena ripercorrendone la sua traiettoria biografica ed artistica.

Il Museo Carmen Thyssen Malaga (Calle Compañía, 10) ha sede nel Palazzo di Villalón – edificio del secolo XVI – e presenta una collezione permanente di 230 opere: il percorso inizia con la sezione “Antichi Maestri” dal Medioevo al barocco, segue con il romanticismo e il realismo, in questo nucleo spicca la pittura andalusa paesaggistica e di genere del secolo XIX e si arriva al secolo XX con un artista come Joaquín Sorolla.

Un punto di partenza ideale per il giro turistico della città è il Museo del Patrimonio Municipale (MUPAM)  (Paseo de Reding 1): quasi cento manufatti tra pitture, sculture e opere grafiche che in tre sale ricostruiscono la storia di Malaga. La prima sala ripercorre l’evoluzione delle tradizioni della città, con cimeli delle feste barocche e piani urbanistici; tra le opere devozionali un’inaspettata pittura del Parmigianino “Los Desposorios Místicos de Santa Margarita”. Nella seconda sala sono esposti quadri del XIX secolo di artisti locali e una galleria di poster delle feste nella belle époque, che ci trasportano nell’atmosfera dorata dell’ epoca, e nella terza sala presenta le tendenze dell’arte contemporanea del Novecento. La sala al pianterreno ospita invece esposizioni temporanee che indagano aspetti storici della città.

La ultima acquisizione del patrimonio museale cittadino è il Il Centro Pompidou Malaga (Pje Doctor Carrillo Casaux, s/n muelle 1) e primo centro d’arte parigino situato fuori dalla Francia. Aperto nel 2015 nella zona del molo, il Centre Pompidou offre oltre novanta opere dalla splendida collezione del Centro Pompidou di Parigi, invitando il pubblico a scoprire l’arte dei secoli XX e XXI.

Museo Pompidou Malaga

Museo Pompidou Malaga

Leave a Comment

Required fields are marked *.