Search
  • Madrid - Spain
  • info@idesiderata.it / 0034 603427434
Search Menu

Malaga attraverso la storia

Alcazaba e Teatro romano

Nel cuore della città, si celebra l’incontro delle culture romana, araba e rinascimentale che contribuirono allo sviluppo di Malaga: un complesso monumentale che comprende l’Alcazaba e il Teatro romano, e a pochi metri di distanza sorge l’edificio della Dogana.

teatro-romano-alcazaba-pan

L’Alcazaba, il cui nome in arabo al-Qasba significa “cittadella”, è situata ai piedi del monte di Gibralfaro ed è costituita da un insieme di edifici di stili differenti che si sono sovrapposti nei secoli e per questo non è possibile stabilirne la data esatta d’edificazione, dalle fonti si ipotizza che l’edificazione iniziò almeno dal X secolo, in pieno periodo islamico. Per la sua costruzione furono utilizzate rocce sedimentarie e si riutilizzarono parti del vicino teatro romano, come colonne e capitelli. Vi si ergevano circa centodieci  torri e si distingue dalle altre fortezze mussulmane spagnole per le tre mura di cinta concentriche che la circondano, che gli conferiscono massimo livello di sicurezza. Nel periodo del Califfato islamico, l’epoca Taifa ( XI secolo) e soprattutto l’epoca Nazarí (XIII – XIV secolo), svolse funzione militare e difensiva dalle invasioni di popolazioni nordafricane. Nel 1487 Malaga fu conquistata dai Re cattolici Isabella I di Castiglia e a Ferdinando II d’Aragona (Reconquista), che restituirono la città al controllo del cristianesimo. A seguito della Reconquista, l’Alcazaba mantiene la sua funzione rappresentativa e amministrativa.

Alcazaba

Alcazaba

Entrando nella prima cinta muraria dell’ Alcazaba troviamo l’Arco del Cristo e il Patio de Armas, riconvertito in un giardino in stile arabo. Nella seconda cinta si trova la zona nobile nella quale confluiscono tre patii con archi di epoca mussulmana. Attraversando le arcate si accede a una torre del XVI secolo e alla torre di Maldonado, dalla quale si gode di una vista magnifica della città (9.00-18.00, ingresso 2,20 €).

L’importanza conquistata da Malaga nell’epoca romana si concretizzò nella costruzione di un teatro, centro della vita politica e culturale, localizzato in una posizione strategica: vicino al porto a ai piedi della collina. Fu costruito all’inizio del I secolo d.C. e utilizzato fino al III d.C. Fu scoperto solo nell’anno 1951 ma rimase per molti anni seminascosto dall’edificio della cosiddetta “Casa della Cultura”, demolito nel 1992 per la valorizzazione dell’intero complesso archeologico. Durante gli scavi riemersero il proscenio, cioè lo scenario, i resti dell’orchestra, il luogo riservato ai senatori e la cavea, la gradinata di 31 metri di raggio per 16 metri di altezza con tredici gradini e l’ingresso alle scalinate, il cosiddetto vomitorium. Viene saltuariamente utilizzato per spettacoli e rappresentazioni teatrali.

Teatro romano

Teatro romano

Leave a Comment

Required fields are marked *.